Ho cominciato a fotografare per amore della bellezza.

Sono affascinata dalla bellezza delle persone e da come la personalità si rivela attraverso le espressioni del viso, i movimenti del corpo, la fisionomia. E dalla bellezza delle cose, dal loro potere evocativo, da come possono ispirare pensieri e stimolare l’immaginazione.

Ogni volta che fotografo conosco, scopro e vivo, è un’esperienza sempre nuova perché io, i miei soggetti e le situazioni sono sempre diverse. La cosa bella delle foto poi, è che ogni volta che si guardano possono riportare indietro nel tempo, risvegliare ricordi ed emozioni, ma anche dare sensazioni diverse a seconda del momento o di chi le guarda. In un certo senso sono magiche.

Gli indiani d’America avevano paura di farsi fotografare perché pensavano che una foto potesse rubargli l’anima, era il loro modo di percepire il potere di una fotografia. In realtà una foto non impoverisce, ma racconta una persona o una storia e comunica con chi la guarda, quindi arricchisce.




Il fascino e la passione per l’immagine mi hanno portato a conoscere non solo diversi settori della fotografia, ma anche la grafica e il video editing.